Iridologia - Iridologia ammoni

Maurizio Ammoni
Iridologo - Naturopata
Docente di Iridologia e Naturopatia
Maurizio Ammoni
Iridologo - Naturopata
Docente di Iridologia e Naturopatia
Vai ai contenuti
 
IRIDOLOGIA

L’iridologia consiste nell’analisi della morfologia e del cromatismo dell’iride, della pupilla e della sclera, come fonte di informazioni relative all’individuo nella sua totalità.
 
L’indagine iridologica, mediante iridoscopio professionale, permette di valutare tendenze caratteriali, predisposizioni patologiche e molto altro: energia vitale, squilibri emozionali, sovraccarico tossinico, carenze o eccessi nutrizionali, acidificazione dei tessuti ecc.  
 
Il campo d’elezione dell’iridologia è, in primis, la prevenzione e  l’osservazione del “terreno”, cioè  delle predisposizioni ad alterazioni funzionali ed organiche.
 
Max Tetau esprime il concetto di terreno individuale nel modo seguente: “… insieme delle caratteristiche fisiologiche, metaboliche, psicologiche, una parte delle quali è determinata ereditariamente e l’altra è modellata dagli stimoli provenienti dal mondo esterno …”.
 
Un altro punto forte sta nella potenzialità di individuare le cause (o concause) collegate agli squilibri funzionali e/o organici.
 
L’iridologia, essendo una disciplina olistica, non fa parte della medicina accademica, poiché non è un metodo diagnostico in senso convenzionale.
 
Non si può diagnosticare l’ulcera gastrica ne tanto meno l’esatta ubicazione della stessa, ciò compete alla cosiddetta medicina ufficiale, la quale ha a propria disposizione la competenza e la strumentazione necessaria.
 
Tuttavia, qualora si voglia capire il perché di un dato squilibrio, l’analisi iridea ci offre la possibilità di ragionare sulle possibili cause (stress, acidosi, carenze nutrizionali, eccesso di tossine, sovraccarico emuntoriale, predisposizione ereditaria ecc.) e, mediante interventi mirati, tentare la strada del riequilibrio psico-fisico.       
 
Il sintomo è una manifestazione locale di un disordine generale, ed è paradossalmente un amico poiché ci consente di indagare sulle cause, al fine di ripristinare lo stato di benessere.  
 
Il compito e la professionalità dell’iridologo consiste nel fornire gli strumenti atti a stimolare (e non distruggere) le capacità di auto-guarigione, insite in ogni individuo.
 
Non è il “terapeuta” (in qualsivoglia contesto) che guarisce, egli mette in condizione il “malato” di auto-guarirsi, “se lo vuole”.
 
Dulcis in fundo l’iridologia non è una sfera di cristallo (arte divinatoria, iridomanzia), ma un valido strumento che ci consente di trarre valutazioni interessanti su casualismo (eziologia), vitalismo (quoziente energetico, capacità di difesa), umorismo (sovraccarico), rimedi da utilizzare, dinamiche emozionali (rabbia, paura …) ecc.
 
Chiudo questa breve presentazione dell’Iridologia con le parole di un grande filosofo: “La cura di una parte del corpo, non dovrebbe essere intrapresa senza il trattamento del tutto. Quindi affinché la testa ed il corpo stiano bene, dovete iniziare a curare la mente, cioè la prima cosa”. Platone
creato da M.T. Computers s.n.c.
Torna ai contenuti